Testimoni di un esodo

12,00 

La travagliata vicenda umana di istriani, giuliani e dalmati dal 1943 al 1954

ISBN 978-88-8424-682-0

Autori: Alberto Comuzzi, Donatella Salambat

Prefazione di mons. Giampaolo Crepaldi, arcivescovo di Trieste

Pagine: 192

Descrizione

Dodici testimonianze raccolte di prima mano dai nipoti di esuli istriani che nel 1943 hanno dovuto fuggire dalla loro terra lasciando tutto ciò che avevano. Spesso per pudore o paura non raccontavano nemmeno la loro tragedia temendo di non essere creduti.

I nipoti hanno saputo tener viva la memoria di questa tragica vicenda facendosi raccontare episodi e svolgimenti sia del loro viaggio che dell’arrivo nei campi profughi e della non sempre cordiale accoglienza ricevuta.

Ma c’è sempre una forza che spinge alla rinascita, nel volume ci sono anche testimonianze di come, anche nelle condizioni più difficili tante di queste persone hanno saputo ricrearsi dei rapporti e delle attività in modo da integrarsi nel nuovo territorio.

Autori: Alberto Comuzzi è nato a Milano nel 1949. Alievo del prof. Gianfranco Miglio, dopo la laurea in Scienze Politiche e il biennio di specializzazione alla Scuola Superiore della Comunicazione Sociali dell’Università Cattolica, diventa giornalista nel quotidiano “Avvenire”. Nel 1979 entra alla Periodici San Paolo (Famiglia Cristiana, Jezus, Il Giornalino, Telenova) e vi rimane trent’anni. Dal 2010 dirige Alpi Media Group (Resegoneonline, Valtellinanews, Comolive, Vareseinluce) network di testate online fondato con alcuni colleghi; è l’autore di alcune biografie di uomini di Chiesa,tra cui San Giovanni Leonardi (Ed. San Paolo); Don Giovanni Minzoni (Messaggero); Sant’Arcangelo Tadini (Coedit 3); di diversi martiri saveriani (Ed. Confortani) e di un testo sul delicato tema della commistione tra informazione e pubblicità Come fratelli siamesi (Ed. Áncora).

Donatella Salambat di origini istriane (la famiglia è polesana da generazioni) è nata a Milano, dove risiede, nel 1967. Dopo il diploma di Perito Aziendale entra alla Rusconi dove per un biennio collabora con le testate Gente, Gente Mese e Scienza & Vita Nuova. Nel 1990 lascia l’attività redazionale ed entra nel mondo bancario ricoprendo diversi ruoli fino al 2001, anno in cui si sposta nel settore finanziario dove rimane fino al 2005. Per cinque anni poi ricopre un ruolo nella Direzione Generale – linea rapporti esterni (con media e giornalisti) – di una tra le più importanti istituzioni nell’ambito della sanità privata lombarda. Nel 2014 rientra nel giornalismo militante con mansioni di coordinamento delle testate di Alpi Media Group; è direttore responsabile della testata online Monzaindiretta.

Informazioni aggiuntive

Peso 270 g
Dimensioni 13.5 × 21 cm

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.